Archivio degli articoli con tag: elena valsania

Sabato 20 maggio alle 15.30 nella palestra di Madonna delle Grazie a Cuneo saranno proiettati i film d’animazione realizzati quest’anno dai bambini della primaria nell’ambito del doposcuola Scuoladipiù con l’aiuto di Elena Valsania e Loredana Bertolotto!!

Storie di pesci e di peluches…

alghe_low

Annunci

Esploratori e poeti cercasi!

Sabato 13 maggio andremo alla scoperta delle meraviglie del magico Bosco di Sant’Anselmo, guidati dalla nuova fantastic map del Parco Fluviale Gesso e Stura, “La via delle isole sabbiose”. Saranno con noi gli autori della mappa Marco Paschetta e Elena Valsania.

Al termine dell’esplorazione laboratorio di illustrazione per creare la propria cartolina della Via delle isole sabbiose.

Per bambini da 6 a 10 anni.

turno 1: 14.00 – 16.10

turno 2: 16.30 – 18.40

Quota di partecipazione 5€

Iscrizioni presso:  parcofluviale@comune.cuneo.it – 0171.444.501

Saluti_e_baci_2017_web

 

 

Finalmente è on line il film d’animazione “Il seme a forma di stella”!

Grazie ai 254 ragazzi delle scuole medie inferiori di Barolo, Bra, Racconigi e Cuneo e ai loro professori.

Il progetto, curato da Kalatà e da La scatola gialla,  rientra nelle iniziative del progetto triennale della Fondazione CRC il cuNeoGotico.

Per saperne di più

Ecco il nuovo video fatto dai bambini e ragazzi delle scuole di Manta. Avventure all’ombra della Grande Fetta!

Quel simpatico giari di Manta

Evviva! “Il galletto di Mondovì” ha vinto il II premio al concorso nazionale della quattordicesima edizione del Sottodiciotto Film Festival di Torino!

Leggete  qui sotto le motivazioni e complimenti a tutti i bambini che hanno partecipato al progetto;  un grazie speciale al Comune di Mondovì,  alla Direzione Didattica I e II Circolo e allo Shopping Center Mondovicino.

II premio

un cartone al museo

Quest’anno al Sottodiciotto Film Festival di Torino sono in programma 6 cartoni animati realizzati dai bambini della Scatola gialla. Le proiezioni si terranno presso il Cinema Massimo in via Verdi a Torino.

Sabato 7 dicembre alle 14 verranno proiettati su grande schermo : “La vera storia dei canali di Vignolo“, “Le parole dell’uccellino A“, “In volo con Leonardo e Piumati“, “Il circo degli animali fantastici” e alle 16 “L’uccellino curioso“. Lunedí 9 dicembre alle ore 10 sarà proiettato “Il galletto di Mondoví“.

Nelle super attrezzate aule didattiche della Casa del Parco abbiamo ricreato un giardino in cui fare un picnic in compagnia dei bruchi mangioni. Saranno riusciti a prendere il volo?
Un grande grazie a Michelangelo per la sua disponibilità, professionalità e gentilezza. I laboratori di stop-motion in plastilina proseguono con un viaggio sul fiume domenica 21 aprile (per bambini) e un pranzo molto speciale, con ragazzi e adulti, il 19 maggio.

_DSC7979el_11_DSC7747el_1
(le foto sono opera di Luca)


Il cartone animato “L’uccellino curioso” è frutto del laboratorio “Un cartone al museo”, che ha coinvolto i bambini di Bra nel luglio 2012 presso il Museo Civico Palazzo Traversa.
E’ l’avventura di uccellino vissuto duemila anni fa, che volando lungo le rive del Tanaro viene attirato dai rumori della città romana di Pollentia e si ritrova a vivere un’avventura straordinaria. Attraverso gli occhi dell’uccellino scopriamo alcuni aspetti della vita degli antichi romani. I protagonisti del cartone animato sono infatti i personaggi realmente esistiti di cui si sono trovati reperti durante gli scavi archeologici di Pollenzo: una bambina figlia di un notabile, un mercante di vini, un tintore di stoffe. Un modo fantasioso e divertente per riflettere anche sull’affascinante lavoro dell’archeologo.

Il cartone animato “Le avventure dell’uccellino A” è frutto del laboratorio “Un cartone al museo”, che ha coinvolto 22 bambini nel giugno 2012 presso il Museo della Stampa di Mondovì. E’ una storia che racconta la nascita di un libro, l’avventura di un’opera disegnata, poi stampata, distribuita e finalmente letta. Protagonisti un uccellino, un gatto, un cane e un tipografo. E i bambini del mondo che, attraverso la lettura dello stesso libro, si ritrovano magicamente a vivere una stessa avventura.